Una Vita Per La Musica
Ecco alcuni protagonisti del progetto della famiglia Salani.
Da sinistra: Alma, Renato, Barbara, Sergio e Giulio Salani.

La casa di famiglia a San Paolo: in piedi sul marciapiede nonno Euclide, molto elegante nel suo vestito nero con gilè, cravatta e cappello; vicino a lui le due figlie maggiori, Elsa e Olga. La minore, Ada, è seduta sulla finestra accanto alla nonna Maria, di cui si intravede il viso. La fotografia fu scattata prima del 1922, quando Renato non era ancora nato. Si vede chiaramente anche la famiglia dei vicini di casa, tutti in posa per la foto.

La famiglia Salani nella loro casa in Brasile.

Nel 1925 si trasferirono in Italia.

Renato Salani, a 14 anni, suona il pianoforte con l’orchestra del Gatto Nero.

Ugo Tognazzi durante uno spettacolo. Foto con dedica a Renato:

“All’amico Salani con la speranza di lavorare presto insieme, Ugo Tognazzi.”

La famiglia Salani davanti alla casa del nonno Giulio a Massaciuccoli, prima del rastrellamento. Da sinistra: Ada, Euclide, Elsa, Maria e Olga in piedi; in basso Giulio e Renato.

Giulio con Renato, ancora soldato della Marina Militare, sulla passeggiata di Viareggio.

Renato, al centro, tra i suoi compagni d’armi dell’orchestra della Marina Militare, che si esibiva in tutt’Italia (qui a Firenze). 

I ruderi della chiesa del campo di concentramento di Fossoli.

Le baracche dei detenuti nel campo di Fossoli.

Le reti di filo spinato che recingevano il campo.
In quelle baracche dimoravano ebrei ed oppositori politici.

Una immagine moderna delle rovine delle baracche del campo di concentramento di Fossoli.

Le distese di filo spinato, macabro simbolo dei lager nazisti.

I letti a castello del campo di Fossoli.

Nella foto da sinstra: Nullo Viti, Bruna, Elvea e Giulio Salani. Questa foto è stata scattata dal Dott. Nesi il 16 novembre 1944 nel campo di concentramento di Fossoli.

Finita la guerra, la famiglia Salani poté ritornare ad abitare a Viareggio. Nella foto, da sinistra: Elsa, Euclide, Renato, Olga, Italo il cugino, Ada e Giulio davanti alla loro casa.

Renato Salani al pianoforte esibendosi con l’orchestra dell’Hotel Alhambra di Firenze durante uno spettacolo.

Nelle foto: Giulio suona il clarinetto nell’orchestra di Loredano Santini.

L’orchestra S-13 di Renato Salani

Il Trio Alba a Viareggio nel 1946. Da sinistra: Nancy, Anna Maria e Alma.

Il Trio Alba si esibisce all’hotel Royal durante il Carnevale di Viareggio nel 1948.

TRIO ALBA a Milano.

Il Trio Alba al Casinò del Principe di Piemonte di Viareggio nel 1948. Da sinistra: Alma, Anna Maria e Nancy.

Nancy e Giulio all’epoca in cui si conobbero.

Giulio Salani e Nancy Scalzitti quando si sono fidanzati e il loro fidanzamento è durato cinque anni mentre Giulio frequentava l’Università di Pisa.

Programma Il Pino nell’Orto. Questo programma fu trasmesso dalla radio in diretta, con Renato Salani, l’orchestra S-13 e il Trio Alba. Nella foto accanto: Nancy si esibisce come solista.

In questa foto del 1951 l’orchestra S-13 di Renato Salani si esibisce al Gatto Nero con i clienti che ballano nella Pineta di Viareggio. Giulio Salani (in piedi) suona il suo sax tenore.

Giulio, al centro, suona il sassofono tenore con l’orchestra del M° Lotti per la RAI di Roma.

L’orchestra del Maestro Lotti al completo. Il secondo sax da destra è Giulio Salani. Il presentatore, a sinistra, è Mario Riva.

Nel 1950 Giulio lavorava a Firenze ed ebbe l’occasione di suonare insieme al famoso trombettista Bill Coleman.

Bill Coleman ascolta divertito Giulio che suona il clarinetto.

Foto con dedica di Bill Coleman a Giulio: “To Salani Giulio, it was great working with you. Sincerely, Bill Coleman”.

Il diploma di laurea di Giulio.